Una nuova delibera comunale dà il via a un contributo fino a 300 euro per garantire gli spostamenti in sicurezza verso le strutture sanitarie del territorio. L’iniziativa fa parte del progetto “Ferrara di aiuta”, che comprende anche la rete associativa Sosteniamo-spesa-farmaci-dogsitting

Con la delibera presentata alla Giunta dall’ Assessore Cristina Coletti,  il Comune di Ferrara ha deciso di dare il via all’iniziativa dei “Buoni taxi”, inserita nel filone Ferrara si Aiuta, a supporto della popolazione più fragile. Saranno destinati in particolare a persone anziane, disabili, con patologie o in situazioni di fragilità anche economica i ‘buoni taxi’ che verranno assegnati nei prossimi giorni dall’Amministrazione comunale per un valore fino a 300 euro per ogni beneficiario. I buoni potranno essere utilizzati per usufruire del servizio di taxi o di noleggio con conducente, per recarsi in particolare in strutture sanitarie pubbliche o private e per raggiungere i punti di vaccinazione anti Covid.

A disposizione una somma complessiva di 234.467 euro appositamente assegnata al Comune di Ferrara dal Ministero Infrastrutture e Trasporti con Decreto 6 novembre 2020, istituiti dal cosiddetto ‘Decreto Rilancio’ (Dl 19 maggio 2020 n.34 – convertito in Legge 17 luglio 2020 n. 77) come ulteriore misura di sostegno legata all’emergenza Covid. In base alle linee guida approvate oggi dalla Giunta municipale, potranno far richiesta dei ‘buoni taxi’ le persone che devono recarsi nei punti di vaccinazione o nelle strutture sanitarie pubbliche o private, anche fuori dal territorio comunale di Ferrara; i disabili con invalidità riconosciuta, le persone con difficoltà di mobilità, i cittadini over 65 anni, le donne in stato di gravidanza; le persone affette da patologie dimostrabili e le persone che si trovano in una situazione di fragilità economica derivante dall’emergenza Covid.

Le domande potranno essere presentate unicamente on line sotto forma di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, secondo modalità che saranno comunicate in forma dettagliata nei prossimi giorni – spiega l’assessore comunale alle Politiche Sociali Cristina Coletti – sino all’esaurimento delle risorse disponibili e per percorsi da effettuare entro il 30 giugno 2021, salvo eventuali successive proroghe. Il contributo sarà prioritariamente riconosciuto ai richiedenti non già assegnatari di altre misure di sostegno pubblico e potrà essere utilizzato anche per recarsi presso i punti vaccinazione che nei prossimi giorni saranno completamente allestiti anche nel nostro Comune.

Una volta accertata la sussistenza dei requisiti richiesti, gli assegnatari riceveranno le indicazioni per il ritiro dei buoni da presentare ai taxisti o ai conducenti convenzionati. Il buono potrà essere utilizzato in misura pari al 50% dell’ammontare del percorso per una somma non superiore a 20 euro.