Sulla base della Legge 388/2000, i contributi verranno erogati alle associazioni dei consumatori-utenti iscritti al registro regionale.

La Regione Emilia-Romagna con deliberazione della giunta regionale n. 1953 del 21 dicembre 2020, in attuazione del D.M. 10 agosto 2020 (L. 388/2000, art. 148, comma 1) sostiene, in un’ottica di sussidiarietà e tempestività, il far fronte all’emergenza sanitaria e alle conseguenze socio-economiche derivanti dall’epidemia da Covid-19 mediante iniziative di:

ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA, COMPRESO IL SOSTEGNO PSICOLOGICO ALLA POPOLAZIONE SOPRATTUTTO ADULTA E AI MINORI

  • Iniziative di supporto psicologico, in sinergia con gli attori del contesto sociale del territorio di riferimento e con il coinvolgimento di professionisti specializzati, quali:
    – iniziative di informazione/formazione specifiche per ragazzi adolescenti;
    – supporto psicologico a bambini e adolescenti (fascia d’età tra i 6 e i 17 anni);
    – sostegno sociopsicologico agli adulti con sintomatologia di disturbo post traumatico da stress;
    – assistenza sociale o psicologica ai soggetti in isolamento precauzionale o per accertata positività al Covid-19 attraverso canali telematici e telefonici;
  • assistenza agli anziani over 65 anni attraverso la consegna a domicilio di spesa, farmaci e altri ausili di utilizzo personale strettamente necessari;
  • sportelli sociali con funzione di informare, assistere, indirizzare ed accompagnare le persone verso la massima fruibilità dei propri diritti e, in particolare, dei supporti specifici istituiti a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19;
  • sostegno alle famiglie in difficoltà attraverso il progetto “spesa sospesa”, in sinergia con gli attori del contesto sociale del territorio di riferimento.

POTENZIAMENTO DELLA DISPONIBILITA’ E DELL’IMPIEGO DEGLI STRUMENTI DI COMUNICAZIONE DIGITALE

  • informazioni sui provvedimenti emanati dallo Stato, Comune, Regione e Governo centrale, nella lunga fase dell’emergenza sanitaria, es. DPCM, scadenze, norme di comportamento collettivo, normative sanitarie, medicina digitale, agevolazioni fiscali, ecc.;
  • diffusione di informazioni sui diritti dei consumatori e degli utenti: Codice del Consumo, e-commerce, fake-news, truffe e raggiri, ecc.;
  • potenziamento dei canali digitali delle Associazioni, anche attraverso specifiche app e l’acquisto di specifico materiale;
  • corsi di formazione e informazione, rivolti in particolare alla popolazione anziana, straniera disoccupati e altre categorie a rischio di esclusione sociale, atti a ridurre il digital divide e l’analfabetismo digitale, anche attraverso l’acquisto di materiale.

SUPPORTO AGLI SPORTELLI O CANALI DEDICATI A FAVORE DEI CONSUMATORI

  • supporto e specifica assistenza nei rapporti con la P.A;
  • creazione, implementazione o potenziamento di sportelli virtuali o territoriali sulle materie consumeristiche sorte o accentuatesi a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, con avanzata possibilità di interazione con l’operatore;
  • “Sportello COVID” da realizzare in modalità digitale o telefonica per supporto specifico su agevolazioni e/o limitazioni dei vari DPCM e conseguenti disposizioni di legge;
  • seminari in modalità compatibili con la situazione di emergenza da Covid-19 su specifiche materie consumeristiche sorte o accentuatesi a causa dell’emergenza;

Le suddette iniziative saranno attuate, a fronte del riconoscimento di specifici contributi, dalle associazioni dei consumatori-utenti presenti sul territorio regionale, iscritte al registro regionale di cui alla legge regionale n. 4/2017.

Le domande per il riconoscimento del contributo devono essere presentate entro e non oltre l’8 febbraio 2021 esclusivamente per posta elettronica certificata all’indirizzo comtur@postacert.regione.emilia-romagna.it

Per informazioni:

(fonte: Regione Emilia Romagna)