Sabato 19 settembre alle ore 21, in piazza Trento e Trieste, arriva Ferrara la calda e raffinata voce di Mario Biondi

Il concerto – promosso dall’Associazione Music Lab e organizzato da Made Eventi e Top Secret Investigazione e Sicurezza – è realizzato con il sostegno del Comune di Ferrara e di BPER Banca

L’artista Mario Biondi, una delle voci italiane più apprezzate all’estero grazie a un sound contemporaneo e internazionale, che coniuga la raffinatezza del jazz con il calore del soul e del funk, salirà sul palco con un orchestra di 8 elementi per una serata di pura magia sonora.

Si ringraziano Jazz Club Ferrara, Radio Bruno e Radio Sound – che allestirà anche una postazione mobile durante il concerto – per la collaborazione nella promozione dell’evento.

Associazione Music Lab presenta il suo primo progetto solidale  dedicato all’umanizzazione delle Terapie Intensive negli ospedali della provincia. Nelle terapie intensive si riscontra il problema degli ambienti fisici, costantemente saturi di suoni e rumori, in aggiunta al livello sonoro prodotto dall’equipe assistenziale. L’azione musicoterapica diventa un intervento complesso che cerca una stimolazione, lo stabilire un contatto, il facilitare il recupero della coscienza, la sintonizzazione affettiva con il mondo interiore del paziente attraverso l’elemento sonoro-musicale con l’obiettivo di attivare e sviluppare quelle potenziali funzioni residue ancora in possesso del paziente, che possono consentirgli di comunicare in modo alternativo, ottenendo miglioramenti nella sfera affettiva, motivazionale e comunicativa.

La musicoterapia ha un notevole background di evidenze scientifiche e numerosi sono gli studi a carattere psicologico e medico. La musica può aiutare i pazienti ricoverati a ridurre lo stress, e può essere quindi un utile ausilio in una realtà come la Rianimazione e la Terapia Intensiva, che ricovera pazienti in condizioni spesso critiche. La musicoterapia attiva una stimolazione multisensoriale, relazionale, emozionale e cognitiva che consente di ottenere un maggior beneficio dalle cure. Recenti studi dimostrano effetti benefici sui pazienti ricoverati nelle terapie intensive, non sono nella limitazione dello stress derivante dalle cure, ma anche e soprattutto nel poter comunicare con loro, che vivono una condizione di isolamento ancora più marcato durante il periodo di emergenza Covid 19, durante il quale sono state ridotte le possibilità di visita da parte dei familiari. La musica, inoltre, può aiutare a favorire la comunicazione con i familiari e i congiunti in visita che vivono questo momento difficile con i loro cari.

Per questo motivo, l’associazione no profit Music Lab e Made Eventi vogliono lanciare il progetto “Musica è vita”, in collaborazione con Azienda USL di Ferrara, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara e Comune di Ferrara. Durante il concerto di Mario Biondi sarà attivata una raccolta fondi per dotare le terapie intensive dell’Ospedale di Cona e degli Ospedali di Cento e Delta di strumentazione tecnica idonea alla trasmissione di musica.
Il progetto verrà presentato al pubblico prima dello show di Mario Biondi con un momento musicale – colonna sonora di un video creato ad hoc per l’occasione – realizzato grazie alla collaborazione con l’Orchestra Filarmonica Ludovico Ariosto di Ferrara, diretta dal Maestro Stefano Caleffi. Un quartetto di musicisti e insegnanti della scuola di musica Ludovico Ariosto – Roberta Righi (voce), Nicola Morali (pianoforte), Stefano Mandrioli (sax tenore) e Fabio Bonora (clarinetto) – si esibirà infatti in un medley di musiche del Maestro Ennio Morricone.

La raccolta fondi continuerà tramite l’Associazione, con versamenti possibili all’IBAN IT92S0538713004000003249910 con causale “progetto Musica è Vita”. 

Fonte: CronacaComune.it