Il mondo digitale è in continuo aggiornamento; con questo articolo vogliamo proporvi una carrellata di quanto disponibile sul web, consapevoli però che “domani” già ci sarà qualche nuova app che potreste utilizzare

L’emergenza sanitaria ha messo tutti noi davanti ad una grande verità: la digitalizzazione e l’utilizzo della tecnologia per rimanere in contatto con gli altri è qualcosa a cui ormai non possiamo rinunciare.

E se ne sono accorti anche i tanti sviluppatori di software che proprio in questo periodo hanno creato numerosi supporti digitali per facilitarci la vita -e la socialità in tutte le sue accezioni- anche a distanza.

Il mondo digitale è in continuo aggiornamento; con questo articolo vogliamo proporvi una carrellata di quanto disponibile sul web, consapevoli però che “domani” già ci sarà qualche nuova app che potreste utilizzare.

Diamo il via alla carrellata di risorse ricordandovi, in premessa, che è ancora attiva a questo link  https://solidarietadigitale.agid.gov.it/#/ la piattaforma Solidarietà digitale del Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione a supporto di cittadini ed imprese.

Ma vediamo alcune novità di cui ciascuno di noi può beneficiare:

  • Google ha una pagina dedicata alle risorse per il non profit: https://www.google.com/nonprofits/resources/coronavirus/
  • Gmail e Meet: ora è più facile avviare una videochiamata anche da smartphone Android. Nei prossimi giorni comparirà una nuova scheda in Gmail che ci consentirà di gestire gli appuntamenti senza aprire una nuova scheda di Calendar nel browser.
    Inoltre, per partecipare a una riunione sarà sufficiente cliccare sul link, senza scaricare l’app Meet per smartphone.Tutti i dettagli nella pagina di supporto di Google
  • Google Meet: finalmente è possibile vedere i partecipanti mentre si condivide una presentazione. Servirà solo un po’ di pazienza e attendere gli aggiornamenti (rollout). Poi il nuovo layout sarà disponibile tra le opzioni alle quali si accede dai tre puntini in basso a destra dell’interfaccia di Meet
  • Google Meet: basta rumori di sottofondo. Ecco una simpatica presentazione della nuova funzione: https://youtu.be/1q61B8zdSV0. Il video è in inglese, ma le immagini e l’audio parlano da soli. La funzionalità è gestita dall’intelligenza artificiale, è attiva per default, ma può essere disattivata nelle impostazioni. Purtroppo, a differenza dell’audio normale non è possibile attivare la cancellazione del rumore per gli altri partecipanti, ma solo per se stessi.
    Considerando che chi ha uno smartphone Android di solito ha un account Gmail (e quindi anche tutti gli applicativi di Google), può far comodo sapere che Google Duo ora consente di fare chiamate di gruppo a inviti fino a 32 persone. Per utilizzare la funzione è necessario effettuare l’accesso a Google Duo con il proprio account e non tramite numero di telefono. La funzione è in fase di rilascio a partire dal 16 giugno, quindi potrebbe essere necessario qualche giorno per poterla utilizzare
  • Molte società leader del digitale si sono unite in ImpactCloud e offrono diversi servizi al non profit, con l’intento di favorire il bene comune tramite tecnologia, competenze e investimenti. A fronte dell’emergenza COVID-19 hanno raccolto per le organizzazioni non profit un elenco di risorse che spaziano da fondi di supporto a strumenti di collaborazione. Per approfondimenti: https://www.impactcloud.org/covid19
  • Nessun limite di durata delle videochiamate per gli utenti free di Microsoft Teams: anche chi non possiede un account a pagamento, può ora usufruire del servizio di videochiamata senza limiti di tempo (imposti da altre piattaforme gratuite). Microsoft Teams si è inoltre allineato a Google Meet e ora consente di pianificare le riunioni, anche nella versione free, e spedire inviti agli altri partecipanti in anticipo rispetto all’inizio del meeting via email, Outlook o Google Calendar, oppure inviando il link della riunione (URL)
  • WhatsApp Web o WhatsApp Desktop: due alternative per videochiamate di gruppo da pc? Secondo il team di WaBetaInfo la funzione è in sviluppo e presto sarà possibile fare sia chiamate “one to one”, sia videochiamate di gruppo fino a otto persone anche da pc. Per il momento lo strumento non è ancora disponibile, ma potrebbe diventarlo a breve. Per chi sta svolgendo la propria attività da remoto, questa soluzione può rivelarsi comoda perchè sarà possibile rispondere o telefonare ai propri contatti direttamente dal pc
  • ZOOM diventa più sicuro. La piattaforma ZOOM, che è stata molto utilizzata durante il lockdown e per questo anche vittima degli hacker, ha optato per l’attivazione di una procedura di autenticazione che include la verifica del numero di telefono tramite ricezione di un messaggio di testo. In questo modo, potrà garantire la la crittografia end-to-end anche agli abbonati free. Questa novità dovrebbe essere rilasciata a partire dal prossimo luglio
  • Trascrizione istantanea è un’app già scaricabile dal Google Play Store, che ha la funzione di trascrivere le conversazioni in tempo reale. In pratica può essere utilizzato mentre si parla con un’altra persona, leggendo sullo schermo quello che questi dice. Quando si utilizza l’app della Trascrizione istantanea, le parole ascoltate dal telefono tramite microfono, appaiono sullo schermo per una facile lettura, in tempo reale, ossia subito dopo che vengono pronunciate. Sebbene questa app sia ancora in fase iniziale di sperimentazione, supporta già la trascrizione in tempo reale in 70 lingue diverse, diventando, potenzialmente, un modo per far comunicare persone di tutto il mondo qualsiasi sia la lingua parlata.Per utilizzare la trascrizione live, bisogna, dopo aver installato l’app, abilitarla e avviarla nelle Impostazioni di accessibilità.

A conclusione di questa carrellata di strumenti digitali chiudiamo con una raccomandazione: prestate sempre massima attenzione alle false proposte che arrivano via email con link poco sicuri. Anche su questo tema sono arrivate indicazioni precise dal Ministero consultabili al link https://cert-agid.gov.it/news/coronavirus-attenzione-agli-sciacalli/.