I dati sui servizi diretti alle organizzazioni di terzo settore e sui progetti coordinati da Agire Sociale nel report 2018 presentato durante l’assemblea dei soci giovedì 30 maggio 2019

Oltre 21.000 servizi diretti alle organizzazioni del terzo settore ferrarese, oltre a diverse iniziative per animare i territori con la solidarietà e una decina di progetti di comunità realizzati insieme ad enti pubblici e del privato sociale: sono alcuni dei principali numeri del Report 2018 di Agire Sociale, l’ente che gestisce il CSV (Centro Servizi Volontariato) Ferrara.

“Il concretizzarsi della riforma del terzo settore sta richiedendo un grande impegno a sostegno delle realtà associative e ci traghetta verso la costituzione di un unico CSV Ferrara – Modena”, dice Laura Roncagli, presidente di Agire Sociale. “Infatti il decreto legge 117 del 2017, che sostituisce la legge 266 del 1991 sul volontariato, aprirà i nostri servizi a tutti gli enti di terzo settore e stabilisce la presenza di un CSV per territorio di 1 milione di abitanti: entro la fine del 2019 i CSV emiliano romagnoli passeranno dagli attuali 9 a 4. Su 685 enti di terzo settore ferraresi totali che abbiamo censito a fine 2018, sono 230 le organizzazioni di volontariato e 343 le associazioni di promozione sociale iscritte ai registri regionali. Tutte queste tipologie di associazioni e altre ancora potranno rientrare sotto la sigla comune “ETS”, ossia enti di terzo settore, nel registro unico del terzo settore che entrerà in vigore, ma dovranno adeguarsi alla nuova normativa. Sono tanti i cambiamenti che stiamo affrontando, ma questo non ci fa perdere la speranza rispetto al valore del volontariato e della gratuità, con un ruolo ancora più importante dei CSV insieme al volontariato per cogliere i bisogni del territorio e costruire risposte a favore delle nostre comunità”.

Tra le righe del report emergono numeri importanti, ma anche risultati soddisfacenti ottenuti all’insegna della strategia del fare rete nel territorio che Agire Sociale, punto di riferimento per le associazioni, condivide da più di 20 anni nel territorio ferrarese con organizzazioni di volontariato, altri enti di terzo settore, enti pubblici, gruppi di auto mutuo aiuto e reti di volontariato. Le risorse complessive in bilancio nel 2018 sono state pari a 621.638.60 euro, di cui 282.459.65 messe a disposizione per i servizi diretti alle associazioni e 124.272.57 per la progettazione sociale.

Tra i servizi più richiesti dalle associazioni di terzo settore Agire Sociale ha erogato 431 consulenze di tipo amministrativo e legale, 679 servizi di comunicazione attraverso vari canali informativi digitali, social e tradizionali, mentre allo sportello Volontariato Volentieri ci sono stati 91 colloqui di orientamento ad aspiranti volontari. Sono state formate 839 persone nell’ambito dell’Università del Volontariato sede di Ferrara, con un aumento del 100% rispetto allo scorso anno.  Mentre le iniziative per animare il territorio e promuovere solidarietà – feste del volontariato, natale e capodanno, distribuzione ortofrutta, rete dei gruppi di auto mutuo aiuto –  hanno coinvolto circa 300 enti di terzo settore e più di 500 volontari. Tra le novità il Servizio Civile Universale nel 2018 ha visto Agire Sociale nuovo soggetto aggregatore tra i diversi enti di servizio civile in base alla nuova normativa. Attraverso il supporto alla coprogettazione, 7 progetti nel territorio ferrarese (18 organizzazioni di volontariato e 15 di promozione sociale partner) hanno ottenuto il finanziamento regionale previsto dalla Delibera 699/2019.

Tra i progetti di comunità coordinati da Agire Sociale in sinergia con associazioni ed enti pubblici hanno trovato continuità, con quasi 900 volontari coinvolti: il Volontariato Accogliente a sostegno dei minori e loro famiglie in condizioni di fragilità (32 progetti personalizzati, 21 enti partner, 6405 ore di volontariato), cinque punti di aiuto compiti a Ferrara, Argenta e Portomaggiore (107 bambini e adolescenti accolti, 16 enti partner, 55 volontari e 710 ore di apertura totali), percorsi con le scuole del territorio Youth4Change con 58 stage di alternanza, una fiera del volontariato, 6 percorsi alternativi alla sospensione scolastica, i 2 Empori Solidali “Il Mantello” di Ferrara (64 nuclei famigliari sostenuti di cui 128 minori, 93 enti partner, 7920 ore di volontariato) e di Pomposa (61 nuclei famigliari sostenuti, 5 enti promotori, 17 organizzazioni partner, 120 famiglie donatrici e 30 volontari attivi), il Volontariato linguistico per favorire l’integrazione con 180 cittadini coinvolti, di cui il 50% italiani e il 49% di origine straniera, il percorso partecipativo Community lab per il miglioramento di Pontelagoscuro e Barco (60 cittadini coinvolti, 10 enti di terzo settore, 8 enti pubblici).

>>>Report Sociale 2018