E’ online il bando per la 2° edizione del Contest Arte e cultura per la fertilità a cura di Gemme Dormienti Onlus. Il progetto rappresenta un’occasione per raccontare un’esperienza e condividere speranza‚ sensibilizzando su un tema delicato come appunto le patologie oncologiche in rapporto alla genitorialità.

Gemme Dormienti Onlus – prima associazione italiana ad occuparsi di tutela della fertilità nelle pazienti oncologiche – ha avviato questa iniziativa per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica rispetto al valore della maternità e il suo rapporto con la malattia‚ affrontando il problema della denatalità e il rischio di condizioni ostative che potrebbero compromettere la possibilità di diventare genitori naturali.

L’Associazione Gemme Dormienti Onlus si occupa di proteggere la potenzialità riproduttiva delle pazienti‚ cercando di consentire loro di avere gravidanze dopo le indispensabili terapie oncologiche. Lo staff dell’associazione incontra le giovani pazienti all’atto della diagnosi e le indirizza in strutture pubbliche. Con la massima tempestività viene avviato uno specifico percorso di cura (le tre tecniche di preservazione proposte sono quella farmacologica‚ la crioconservazione degli ovociti o del tessuto ovarico) prima dell’inizio della chemio o radioterapia‚ al fine di preservare la fertilità in vista di una gravidanza dopo la guarigione.

Si può partecipare esclusivamente inviando le opere in formato digitale per le seguenti categorie:

  • Narrazione (racconto breve, poesia, opera drammaturgica – max 10 mila battute)
  • Fotografia – 1 sola immagine colori o B/N inviata in formato JPEG o RAW in alta risoluzione
  • Fumetto o graphic novel (max 10 pagine)
  • Video (durata massima 5 minuti)

Tutte le opere, indipendentemente dalla categoria scelta, devono essere accomunate dal racconto di un’esperienza diretta o indiretta, una storia su cui è bene richiamare l’interesse pubblico o, comunque, una riflessione sul tema della preservazione esplorando il terreno del difficile rapporto fra malattia, terapie e salvaguardia della fertilità.

Quest’anno la giuria tecnica è composta da: Laura Auricchio (psicoterapeuta specialista in terapia familiare)‚ Yara Bonanni (fotografa)‚ Veronica Di Benedetto Montaccini (giornalista)‚ Ilaria Donatio (giornalista)‚ Barbara Leda Kenny (redattrice e ideatrice del festival di scrittrici inQuiete) e Francesco Pompilio (attore e conduttore radiofonico).

Oltre a questi importanti professionisti‚ ci sarà il Consiglio direttivo di Gemme Dormienti a valutare le opere‚ pervenute entro il 31 maggio 2019‚ per arrivare alla scelta delle 3 finaliste.

Scarica il Bando e rimani aggiornato sulla pagina dell’evento su Facebook.

(fonte: CSV Lazio)