Smurfit Kappa, azienda leader nel settore del packaging lancia una competizione per risolvere una delle più grandi sfide dei nostri tempi: ridurre la quantità di rifiuti non riciclabili che viene generata ogni giorno.

“In Smurfit Kappa, crediamo di avere la responsabilità di raccogliere la sfida alla quale oggi si trovano di fronte l’ambiente e la società – immaginare nuove soluzioni di packaging sempre più sostenibili.
Vogliamo creare un mondo in cui il packaging aiuti e non danneggi il mondo intorno a noi. Crediamo che questo possa essere fatto lavorando insieme agli altri, non sono all’interno del nostro settore, ma rimanendo aperti ad accogliere nuovi pensieri, nuove soluzioni e nuove ispirazioni, anche provenienti da altri settori di attività.”

La Design Challenge, prima delle molte attività legate all’iniziativa Better Planet Packaging, è aperta a chiunque voglia partecipare.

L’obiettivo della “Better Planet Packaging Design Challenge” è trovare alternative a base carta ad imballaggi non bio-degradabili utilizzati quotidianamente. Due le sfide specifiche lanciate dalla competizione; è possibile partecipare ad una sola o ad entrambe!

Le candidature saranno valutate da una giuria di giudici esperti provenienti da Smurfit Kappa ed il vincitore (di ciascuna sfida) riceverà un premio in denaro pari a 8.000€.

I progetti vincenti verranno esposti durante l’ evento dedicato all’Innovazione che avrà luogo il 16 maggio 2019 e a cui parteciperanno molti brand globali.

Le due sfide

  1. Design Challenge 1 – Alternativa all’avvolgimento del pallet
    Sviluppare un’alternativa per evitare la pellicola di plastica utilizzata intorno ai pallet garantendone la stabilità durante il trasporto e lo stoccaggio.
    Oggi, quando i prodotti vengono messi su un pallet, vengono avvolti con una pellicola elastica in plastica per assicurarne la stabilità durante il trasporto e lo stoccaggio.
    E’ una soluzione efficiente ed economica, ma crea uno scarto che potenzialmente può finire nei rifiuti, senza essere riciclato (incenerito).

    La sfida è di trovare una soluzione a base carta per sostituire la pellicola di plastica, che sia riciclabile o riutilizzabile nello stesso circuito dell’imballaggio a base carta, mantenendo le stesse proprietà per la pila di scatole.

  2. Design Challenge 2 – Imballo a base carta con protezione termica
    Sviluppare un imballo per cioccolatini (come esempio di prodotto sensibile alla temperatura) destinato al canale eCommerce, interamente a base carta, che garantisca la protezione termica necessaria.
    I prodotti sensibili alla temperatura devono essere imballati in modo tale da consentire il controllo termico, ad esempio mantenendo la temperatura bassa durante il trasporto (circa 6 ore).
    Le soluzioni attuali sono nella maggior parte dei casi realizzate con più materiali, come EPS o cool pack, il che rende la confezione finale difficile se non impossibile da riciclare dai consumatori.

    La sfida è trovare una soluzione sostenibile in grado di fornire il controllo della temperatura richiesto, ma che sia rinnovabile e compatibile con il riciclo (nel ciruito di riciclo della carta), utilizzando idealmente la fibra di legno. I progetti possono utilizzare vari tipi e forme di materiali a base carta (si pensi a carta, cartone ondulato, cartone a nido d’ape, pasta di legno).

Per partecipare alla competizione, tutte le candidature devono essere registrate entro il 29 marzo 2019. 

Per maggiori informazioni:

(fonte: InnovazioneSociale.org)