Il bando della Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo per la concessione di contributi ad iniziative proposte dalle Organizzazioni della società civile e dai soggetti senza finalità di lucro (di seguito “OSC”) è finalizzato alla selezione di iniziative da realizzarsi prioritariamente nei Paesi e nei settori indicati nel Documento di programmazione triennale 2017-2019

Il bando, che scade alle ore 12:00 del 19 dicembre 2018, è suddiviso in 3 lotti in base ai territori di realizzazione:

  • Lotto 1: Africa (Egitto, Tunisia, Burkina Faso, Senegal, Niger, Etiopia, Kenya, Somalia, Sudan, Sud Sudan, Mozambico).
  • Lotto 2: Medio Oriente (Libano, Palestina, Giordania); Balcani (Albania, Bosnia-Erzegovina); America Latina e Caraibi (Bolivia, Cuba, El Salvador); Asia (Afghanistan, Myanmar, Pakistan).
  • Lotto 3: Paesi non prioritari.

Sono considerati di interesse prevalente progetti che, a seconda dell’area geografica, affrontano i temi descritti di seguito:

  • Africa: sviluppo economico (sostegno alla microimprenditoria e alla formazione professionale), sviluppo rurale, sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile, servizi di base (salute, istruzione, risorse idriche e igiene), uguaglianza di genere (empowerment e pari opportunità), promozione dei diritti delle persone con disabilità e delle loro organizzazioni, migrazione e sviluppo, ambiente e energie rinnovabili, servizi di registrazione anagrafica ed esercizio della cittadinanza.
  • Medio Oriente: sviluppo economico, salute, tutela del patrimonio culturale e turismo sostenibile, questioni di genere (pari opportunità e empowerment delle donne e dei giovani), promozione dei diritti delle persone con disabilità e delle loro organizzazioni.
  • Balcani: sviluppo economico, ambiente, sviluppo rurale, tutela del patrimonio culturale e questioni di genere (pari opportunità e empowerment delle donne e dei giovani), promozione dei diritti delle persone con disabilità e delle loro organizzazioni.
  • America Latina e Caraibi: ambiente e turismo sostenibile, giustizia, prevenzione e resilienza alle calamità naturali, questioni di genere (pari opportunità e empowerment delle donne e dei giovani), promozione dei diritti delle persone con disabilità e delle loro organizzazioni.
  • Asia: sviluppo rurale, servizi e protezione sociale, ambiente, formazione professionale e questioni di genere (pari opportunità e empowerment delle donne e dei giovani), promozione dei diritti delle persone con disabilità e delle loro organizzazioni.

SOGGETTI AMMISSIBILI
Organizzazioni della società civile (OSC) che alla data di scadenza della presentazione delle proposte, risultino regolarmente iscritte all’elenco di cui all’articolo 26, comma 3 della Legge n. 125/2014 e all’articolo 17 del D.M. n. 113/2015.

Vengono valutate positivamente le proposte che prevedono partenariati con enti che contribuiscano con il loro expertise: Università, enti pubblici o attori non statali e partner locali con comprovata capacità tecnica e operativa.

RISORSE DISPONIBILI ED ENTITÀ DEI CONTRIBUTI

 Lo stanziamento totale è di 70 milioni di euro ripartito come segue
  • 35.000.000 euro (50 % del totale) per il Lotto 1;
  • 21.000.000 euro (30 % del totale) per il Lotto 2 ripartito come segue: 10.500.000 euro per il Medio Oriente; 1.750.000 euro per i Balcani e 1.750.000 euro per America Latina e Caraibi; 7.000.000 per l’Asia;
  • 14.000.000 euro (20 % del totale) per il Lotto 3. Il 10% della dotazione finanziaria del Lotto sarà riservato ai Paesi africani.

Il contributo massimo richiedibile non può essere superiore al 90% del costo totale dell’iniziativa e rispettare i seguenti limiti: non deve essere superiore a 1.800.000 euro per iniziative di durata triennale, a 1.200.000 euro per iniziative di durata biennale e 600.000 euro per iniziative di durata annuale.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

La proposta deve essere inviata esclusivamente tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo PEC bandi.osc@pec.aics.gov.it entro le ore 12:00 del 19 dicembre 2018 utilizzando obbligatoriamente gli appositi modelli forniti in allegato al bando.

Una OSC iscritta nell’elenco può presentare fino a due iniziative in qualità di Soggetto proponente. Lo stesso Soggetto proponente può presentare, inoltre, fino a quattro iniziative come partner. Nel caso in cui una OSC non presenti alcuna iniziativa come Soggetto proponente, può presentare fino a sei iniziative come partner.

(fonte: Infobandi CSVnet)