Anche per l’anno accademico 2018/2019. Domande entro il 29 luglio prossimo.

Il Ministero dell’Interno, di concerto con la Conferenza dei Rettori delle Università italiane – CRUI e in collaborazione con l’Associazione Nazionale degli Organismi per il Diritto allo Studio Universitario (ANDISU), hanno messo a disposizione 100 borse di studio per gli studenti titolari di protezione internazionale (con status di rifugiato o beneficiario di protezione sussidiaria), costretti ad interrompere il percorso di studi avviato nel Paese d’origine.

Al bando per l’anno accademico 2018/2019 possono partecipare:

  • gli studenti, vincitori dei bandi per gli Anni Accademici  2016/2017 e 2017/2018 per i quali sussiste lo status di titolari di protezione internazionale, che hanno diritto alla conferma della borsa di studio;
  • gli studenti titolari di protezione internazionale in possesso di un titolo di studio valido per l’iscrizione al corso di laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico o dottorato di ricerca prescelto, che si iscrivono per la prima volta al sistema universitario italiano.

Le domande potranno essere presentate accedendo alla pagina web http://borsespi.laziodisu.it  entro le ore 24.00 del 29/07/2018.

(fonte: Ministero dell’Interno)