05-07-2018 – Disponibili alcune copie del report sociale 2018 di IBO Italia anche presso il nostro ufficio di Ferrara. Un’occasione per conoscere meglio questa organizzazione di cooperazione internazionale

“La pubblicazione del Bilancio Sociale è sempre occasione di riflessione, un momento per interrogarsi su ciò che abbiamo fatto e sulla direzione verso cui intendiamo andare”. Con queste parole, Alberto Osti, riconfermato alla guida di IBO Italia nella recente assemblea dei soci del 31 maggio, apre l’introduzione alla nuova edizione del Bilancio Sociale che presenta numeri, foto e racconti del 2017 con alcuni focus anche sui primi mesi del 2018.

Veste grafica ormai consolidata e alcune novità per una pubblicazione arrivata alla decima edizione. Più spazio per i racconti dei volontari e dei beneficiari, due pagine che ripercorrono le celebrazioni dei 60 anni e altre due per i neonati Corpi Civili di Pace, una sezione per l’impegno verso i ragazzi delle zone colpite dal Terremoto in Centro Italia. Poi le certezze di sempre: tantissime foto da luoghi vicini e lontani, le citazioni ed i grafici che approfondiscono le diverse attività, le entrate e le uscite (e la loro suddivisione e composizione), i finanziatori e gli stakeholder, le aziende amiche, i donatori privati e la trasparenza nell’utilizzo delle donazioni.

Alcuni numeri in evidenza: 926 i volontari coinvolti, 96.127 le ore che hanno donato; 242 i giovani coinvolti in Campi di Volontariato, 49 in progetti di Servizio Civile, 15 in programmi dell’Unione Europea; più di 2.000 gli studenti incontrati in 55 laboratori nelle scuole fra Parma e Ferrara, 49 gli adolescenti delle zone colpite dal sisma ospitati nella scorsa estate. Quasi 20.000 beneficiari diretti e indiretti dei progetti in Perù, Ecuador, Romania, Tanzania e Ucraina sostenuti anche dalle tante iniziative di Fund Raising partecipato.